di Emma Baumgartner

Un noto modello di descrizione dei diversi passaggi che dall’esplorazione conducono al gioco simbolico attraverso l’azione funzionale è stato ideato da Beslky e Most, che hanno elaborato una procedura sistematica del comportamento esplorativo e di gioco nei confronti  degli oggetti tra i 7 e 21 mesi, procedura che identifica dodici livelli di attività, organizzati in modo gerarchico, all’interno di una sequenza evolutiva.

  1. Elaborazione orale: il bambino mette in bocca indiscriminatamente gli oggetti.
  2. Manipolazione semplice: il bambino manipola un oggetto per almeno 5 secondi controllando visivamente ciò che sta facendo (ad es. passare un oggetto da una mano all’altra, girarlo tra le mani).
  3. Manipolazione funzionale: il bambino manipola in modo appropriato e specifico gli oggetti in funzione delle loro caratteristiche (ad es. girare il disco di un telefono-giocattolo).
  4. Manipolazione relazionale: il bambino mette insieme due oggetti in modo inappropriato (un piattino sulla testa di un pupazzo).
  5. Manipolazione funzionale/relazionale: il bambino mette insieme due oggetti in modo appropriato (una tazzina sopra un piattino).
  6. Denominazione rappresentativa: il bambino mette in atto comportamenti per finta incompleti (ad es. porta alla bocca una tazza senza aspirare).
  7. Attività di finzione rivolta verso se stesso: il bambino compie azioni per finta rivolte verso la propria persona (ad es. finge di bere).
  8. Attività di finzione rivolta verso gli altri: il bambino compie azioni per finta rivolte verso altre persone (ad es. finge di imboccare la bambola).
  9. Sostituzione: il bambino usa gli oggetti in modo originale e creativo (ad es. finge di bere da una conchiglia).
  10. Sequenze di attività di finzione: il bambino ripete azioni per finta con piccole variazioni (ad es. finge di bere e fa bere la bambola).
  11. Sostituzione in sequenze di attività di finzione: il bambino ripete azioni per finta inserendo delle sostituzioni simboliche nella sequenza (ad es. finge di bere e fa bere la bambola da una conchiglia).
  12. Doppia sostituzione: il bambino trasforma simbolicamente due oggetti nell’ambito della stessa azione (ad es. un bastoncino diventa un pupazzo e una conchiglia una tazza).

 

ratto dal “Il gioco dei bambini”  (pagg.46-47) di Emma Baumgartner, 

Casa Editrice: Carrocci

ISBN 88-430-2501-5