Formatrice di danza e consapevolezza corporea, canti di tradizione orale, cantante 

Conduce sedute individuali e di gruppo basate sull’interazione, movimento musica e gioco per persone diversamente abili, per adolescenti, adulti o anziani, per persone con bisogni speciali. 

Tra le sue proposte: laboratori esperienziali sul Gesto creativo, sul movimento e la danza per nutrire consapevolezza, creatività e salute; La pratica della salutogenesi, percorsi sensoriali nella natura, Tra terra e cielo tra i colli del Casentino; stages sull’interazione corpo-voce e sui canti  italiani di tradizione orale. 

 Debutta la formazione professionale negli anni ’80. Si dedica alla professione di danzatrice e attrice in Italia ed in seguito a Parigi dove vive e lavora per oltre vent’anni .

Nell’ambito delle arti sceniche integra la pratica del clown e dell’improvvisazione e approfondisce i canti italiani di tradizione orale. 

Consegue la laurea di Teatro all’Université Paris 3, Sorbonne Nouvelle ;nel 2015 ottiene la laurea triennale in Somatopsychopédagogie, metodo Danis Bois, al CF3P a Parigi/ Universidade F.Pessoa  di Porto.

Vince la borsa dell’Unione Europea Junge Hunde per la giovane creazione nel 2005 con lo spettacolo “Ah!Ah!”. 

Il suo percorso di ricerca sulla danza si arricchisce negli anni con la pratica dell’aikido, del metodo Feldenkrais, della danza sensibile® in studio e in natura, della meditazione e di pratiche manuali come la somatopsychopedagogie- derivata dalla fasciathérapie – e lo shiatsu. 

Interviene come docente e coreografa in progetti artistici sia nell’ambito della difficoltà sociale in Francia che in progetti di cooperazione culturale in Algeria, Mozambico e nelle Filippine con Clowns sans Frontières.

Si avvale di un approccio transdisciplinare che ha come punto di partenza l’indagine artistica. Le sue proposte didattiche e di accompagnamento alla persona integrano, in un insieme organico, la dimensione creativa, di consapevolezza e di cura.

Interviene in diversi progetti in ambito artistico, sociale e clinico con un lavoro che unisce movimento, percezione e tocco.

Conduce laboratori di danza in collaborazione con Sosta Palmizi e Oltredanza a Verona.

Dal 1993 canta in duo con le formazioni Uno, due..tto e  Nuda Voce il repertorio dei canti di tradizione orale di diverse regioni italiane con i quali dà concerti in vari festival in Italia e in Francia.

Insegna il canto di tradizione orale al circolo Aurora a Arezzo, a Firenze per SBA+C e per Lezarts du Son in Francia. 

Dal 2017 collabora come pedagogista del movimento con l’equipe del medico Dt Kurt Mosetter a Konstanz  in Germania che propone percorsi di medicina integrata per pazienti con malattie rare, neurodegenerative e oncologiche.  

Nell’ambito dell’Eremo di Quorle, Fraternità di Romena, conduce laboratori sul movimento e la consapevolezza corporea durante ritiri settimanali di silenzio.

Organizza Quorle cultura rassegna di arte scienza e spiritualità.

Dal 2012 partecipa in Sudafrica al progetto Physio in Lesotho, diretto da Wolfgang Fasser, come formatrice di infermieri e fisioterapisti in ambito ospedaliero.

Insegna le fasi di sviluppo ontogenetico/senso motorio con una didattica che previlegia l aspetto sensoriale ed esperienziale  del movimento mirato al coinvolgimento  attivo del paziente  nel processo di cura o riabilitazione.